Ukulele e percussioni dalla Basilicata protagonisti nel fulcro della cultura veneta.

Uku Klimt

L’ukulele di Danilo Vignola e le percussioni di Giovanni Didonna saranno ospitati domenica 28 giugno a Vittorio Veneto nel Museo Del Cenedese. Nell’antica Loggia della Comunità di Serravalle, nell’elegante architettura veneziana costruita fra il 1462 ed il 1476 dai Podestà Gabriele e Domenico Venier, il celebre duo lucano si esibirà in un evento unico per prestigio, qualità ed innovazione culturale. A partire dalle 17:30 la Sala del Maggior Consiglio offrirà la sua preziosa scenografia di affreschi quattrocenteschi ad uno spettacolo che rappresenta l’avanguardia dell’innovazione musicale e compositiva. Strumenti non convenzionali fondono le radici della tradizione con l’elettronica. Una ricerca sonora raffinata, virtuosa e visionaria.

Foto  Dan -giò 2

Evento culturale rivolto ad un pubblico preparato ed esperto proposto dal MAI associazione culturale che da anni promuove il patrimonio storico-artistico nazionale, ampliando la conoscenza della cultura musicale, letteraria ed artistica in genere.

La Basilicata, dunque, torna protagonista, in uno dei templi della cultura veneta. Danilo Vignola: uno dei maggiori pionieri creativi, fra i più virtuosi, ha rivoluzionato il chitarrino a quattro corde, dandogli un’identità di strumento di prim’ordine a livello mondiale. Il duo ha sdoganato la cultura della tradizione lucana proiettandola in un modernismo che ispira e contagia attraverso performance strumentali che hanno riempito le cronache culturali dell’intera nazione, negli oltre 200 concerti in appena un anno e mezzo di attività. Tour legato al progetto discografico Ukulele Revolver, disco riedito più volte, sono state distribuite in varie tirature migliaia di copie su tutto il territorio nazionale, venduto su piattaforme on line nel mondo dall’etichetta milanese Artist First.

Domenica 28 giugno la creatività e l’arte dell’intrattenimento raffinato daranno vita ad un concerto di tutto rilievo all’insegna della fusione interculturale nazionale e non solo.

http://effetticollaterali.bandcamp.com/album/danilo-vignola-ukulele-revolver-ethnopunk-records-effetticollaterali-records-diy-2014

Contatti

https://www.facebook.com/danilo.vignola

Press Media Office

http://www.blobagency.com/

https://www.facebook.com/BlobAgency

Frank Lavorino 339 6038451

L’IO, il nuovo album Bon Ton e il singolo “Spiegami Perchè Mi Innamoro Sempre delle Troie”

- L'IO

Artista pop che racconta il ribellismo, il cantautore partenopeo presenta il suo esordio discografico: 11 storie in cui narra le nostre sventure ma ce le rende sopportabili, deride il padrone per poi, in segreto, piangere la sua sorte. 

genere: cantautorato alternativo

label: Seahorse Recordings

distribuzione: Audioglobe

Streaming: 

http://open.spotify.com/album/6doXoMNPOZ6E6ZRzF81cSl

https://liomusica.bandcamp.com/releases

iTunes: https://itunes.apple.com/it/album/bon-ton/id992863182

E’ un io collettivo quello cui si riferisce il cantautore L’IO con il suo album d’esordio BonTon. L’articolo lo determina e lo rende di tutti, perché non è mio né tuo, è nostro. Non è l’apologia dell’individualismo, è l’individuo comune. Massificato, omologato, ma stanco di esserlo. Stanchi di esserlo. Innamorati, traditi, traditori, incazzati, avviliti, divertiti, quasi coscienti. Seguiamo regole che non ci appartengono più, un’etichetta anacronistica.

Vogliamo cambiare, perché abbiamo capito che “dove stiamo andando non c’è logica”. Ci prendiamo in giro, però, perché la “leggerezza è di chi si ama ma non si sposa”. C’è del tragico in fondo a questi testi, ma sono cantati con tutto il sorriso farsesco che richiede la scena. L’IO, al secolo Flavio Ciotola, è un giullare che canta le nostre sventure, ma ce le rende sopportabili, deride il padrone per poi, in segreto, piangere la sua sorte.

Il primo singolo scelto dall’album di debutto BonTon del cantautore partenopeo è “Spiegami perché mi innamoro sempre delle troie”, sesta delle undici tracce che compongono il lavoro. L’IO racconta che il brano è stato scritto di mattina, a Roma… “mentre facevo colazione, iniziai a scrivere di getto la canzone pensando a tutte le persone che si sentono sempre vittime dell’amore…e lo sono”. Il brano è ironico, delicato e racconta l’amore non classico, ma l’amore scorretto, l’amore non morale. Il singolo è accompagnato da un video molto particolare, prodotto da Centrarti, creato e girato dalla SfiammaProduction in Plastilina con la tecnica ClayMotion:

L’IO – Spiegami perché mi innamoro sempre delle troie

https://www.youtube.com/watch?v=QGA_wtLidHw&feature=youtu.be

Seguiamo troppe regole stupide sin dalla nascita, dobbiamo fare e non fare, comportarci in una certa maniera, dobbiamo vestirci in un certo modo, è importante seguire il bon ton…Basta. Non siamo veramente noi. Io cerco di dire Stop almeno in quello che scrivo’’”

Tracklist

1. Zero

2. Quando sbagli

3. Resta poco tempo

4. Ma quanto è bello tradire

5. Ridere per vivere

6. Spiegami perché mi innamoro sempre delle troie

7. Buongiorno un cazzo

8.Vela e motore

9. Al momento sbagliato

10. Chiamo rivolta

11. Difetti perfetti

Pachanga Latina in Italia: ecco ¡Grita La Noche!, nuovo album dei Pedro Navaja SoundMachine.

Pedro Navaja

Fusione di stili, ritmi e sonorità latinoamericane (dalla cumbia al reggae, dallo ska al raggamuffin, dal tango alla tarantella, dal flamenco al punk rock) nel nuovo album di questa band dai marcati tratti multietnici.

genere: pachanga/cumbia/reggae/ska/punk

Streaming: http://open.spotify.com/album/3WKmXaQGLY1oGYAsUhUT0P

Il sound dei Pedro Navaja (nome che è un tributo alla celebre canzone, una salsa, di Ruben Blades) nasce da una vera fusione di ritmi e sonorità per arrivare ad uno stile in pieno “melting pot”. Ne è un esempio ¡Grita la Noche!, secondo cd della band dopo quello d’esordio, Barrio Pachanga, del 2012.

Pubblicato nel 2015, auto-prodotto come etichetta Pedro Navaja SoundMachine e mixato da Alessandro Nozza presso il One Drop Studio, ¡Grita la Noche!, disponibile su iTunes, Spotify, YouTube, Musik Key, Google Play e Amazon Music, è composto da 12 brani che raccontano a 360° la solare, ricercata e meticcia personalità di una band che trasforma le sue live performances in eventi trascinanti come un’onda latina in piena, dalla quale è impossibile riemergere se non ballando e saltando dalla prima all’ultima nota.

¡Grita la Noche! raffigura la vera essenza e le origini artistiche dei Pedro Navaja, vale a dire un mix di stili provenienti dalle culture ed esperienze musicali di ognuno dei componenti del gruppo. Un disco di musica pachanga, con ritmi e sonorità che spaziano dalla cumbia al reggae, dallo ska al raggamuffin, dal tango alla tarantella, dallo ska al punk che, di fatto, è il biglietto da visita di questa band multietnica in lingua spagnola.

Line-up:

dal Messico: Valeria Nieves (Voce),

dal Salento: Andrea Palermo (Chitarra e Voce),

dal Cile: Kiangpo Hau (Basso),

dallo Sri Lanka: Kasun Dias (Batteria)

dalla Liguria: Mario Martini (Tromba), Tony Carvelli (Trombone), Cecco Michelazzi (Sax).

Dal 2011 i Pedro Navaja hanno suonato in festival importanti come: “Music for Peace” aprendo il concerto a Zulù 99 Posse, Zibba e Almalibre, GOA BOA” di Genova, presentandosi come gruppo di apertura dei Mellow Mood e dei Sud Sound Sistem, Balla coi Cinghiali di Bardineto, aprendo il concerto a Roy Paci & Aretuska e confermandosi come una delle realtà musicali più originali e coinvolgenti del panorama musicale ligure. Hanno, inoltre, condiviso palchi con artisti del calibro di Fratelli di Soledad, El V andThe Garden House, l’argentino Chimango, i Microguagua di Barcellona, Dub Incorporation e i genovesi Tua Madre ed Ex-Otago. Gli artisti che li influenzano maggiormente si ritrovano nell’ambiente latino, dalla salsa al reggaeton, dal rap al reggaemuffin, con artisti come: Sergent Garcia, Manu Chao, Calle 13, Chico Trujillo, Roy Paci & Aretuska, Fabulosos Cadillacs, Orishas, Hector Lavoé.

Tracklist

1. Santera

2. La Palomita

3. Rumba de Luna

4. El Macaco

5. Bangra

6. La Calavera

7. Wake Up

8. Popolo

9. Camaron

10. Dinero

11. Genova Changò

12. Violeta

Next Gigs

30 maggio 2015 @ Festival di Music for Peace, Genova

06 giugno 2015 @ Centro Sociale Buridda, Genova

31 luglio 2015 @ Festival Monte S. Giacomo (GE)

Contatti

https://www.facebook.com/pedronavaja.genova?fref=ts

http://pedronavaja.net/

Press Media Office

Ufficio Stampa Blob Agency Bologna

Frank Lavorino 3396038451

antipop.project@gmail.com

Ciò che è Giusto, il nuovo video dei Mom Blaster

Mom Blaster 01

A due anni dalla pubblicazione del primo album We Can Do It!, il gruppo lancianese torna con un nuovo brano che anticipa il disco previsto per autunno 2015.

Genere: rock/elettronica

Etichetta: Ridens Records

Distribuzione digitale: Zimbalam

Streaming:http://open.spotify.com/album/5siq9EhlaIIG4R7bEcH0gI

http://www.momblaster.com/singolo/

iTunes:https://itunes.apple.com/it/album/cio-che-e-giusto-single/id982512470

Ciò che è giusto è il titolo del brano che preannuncia il cambio di direzione dei Mom Blaster: il passaggio al cantato in italiano e ad un sound meno reggae e con più elettronica. Un’evoluzione interessante quella della band abruzzese, in cui è facile ascoltare tante contaminazioni, come già ci ha abituati nel primo disco “We Can Do It!”, ma con un’energia più rock e con dei testi più diretti e graffianti.

Registrato e mixato presso il Bess Studio di Montesilvano (PE) con Domenico Pulsinelli e Claudio Esposito, con mastering presso l’Alien Studio Recording di Lanciano (CH), Ciò che è giusto è una canzone che vuol far riflettere su quello che sta accadendo nel periodo storico attuale, dove fa da protagonista la prepotenza da parte del più forte, che sia esso un conoscente, un collega, un datore di lavoro, o visto in scala più grande, il sistema politico-religioso ed economico che impone in maniera subdola e prepotente leggi e dogmi a discapito dei più deboli. Ciò che deve essere giusto è il rispetto reciproco, capire e rispettare i diversi punti di vista del prossimo; secondo i Mom Blaster c’è un bisogno forte di tutto questo e lo vogliono raccontare con questa canzone e con il relativo videoclip sapientemente realizzato, già in anteprima su Rockit lo scorso 14 aprile e disponibile su YouTube:

Mom Blaster – Ciò che è giusto

https://www.youtube.com/watch?v=EhNlsnddXg0&feature=youtu.be

I Mom Blaster sono:

Monica Ferrante – voce

Marco Cotellessa – chitarra, synth

Fausto Bomba – basso

Davide Di Virgilio – batteria

Next Gigs

16 maggio – Confusioni Off, Lanciano (CH)

19 giugno – Majella Sound Camp, San Valentino in A.C. (PE)

20 giugno – Onde Sonore Festival, Pescara

28 giugno – Festa di San Pietro, Lanciano (CH)

10 luglio – Bar Luciano, Termoli (CB)

11 agosto – Garden, Castellaneta Marina (TA)

No.Ta, il nuovo video “Dimentica”

No.Ta3

Esce il nuovo video estratto dall’album “Siamo Stati Noi”, che anticipa una serie di singoli che vedrà il gruppo rock di stanza a Milano protagonista per tutto il 2015.

Genere: Indie/Alt//Rock

Distribuzione digitale: Zimbalam

NO.TA – Dimentica

https://www.youtube.com/watch?v=4gm48bbtMSo

È finalmente disponibile il videoclip ufficiale di Dimentica, brano tratto dall’album Siamo Stati Noi dei NO.TA, progetto di rock in italiano capitanato da Francesco “Tano” Gaetano (cantante e autore dei brani), affiancato da Rino Zizzo al basso, Corrado Zerni alla chitarra elettrica e Jvan Tagliabue alla batteria.

È una canzone che racconta come il pensiero umano tenda spesso a rapportarsi ai problemi della società in generale, in questo caso relativamente al degrado in cui viviamo. Il pensiero si evolve: riflessivo e autocritico, stanco ed egoista, arreso e cattivo consigliere”, commenta il leader Francesco Gaetano. Il brano e il video ci portano in un mondo di crisi, inquinamento e violenza, che esausto, prende a gridare affinché qualcuno oda la sua richiesta d’aiuto. È stato girato a Monza (MB), la regia è di Marco Palmizio, che ha curato anche il montaggio, e Simone Medas. La canzone è un estratto di Siamo Stati Noi, prodotto tra novembre 2012 e marzo 2013 al Rocker Studio di Mario Riso, batterista dei Rezophonic.

Streaming

https://play.spotify.com/user/1184732922/playlist/1jYQkiqnBRmkjMsnt7QKzT?play=true&utm_source=open.spotify.com&utm_medium=open

Acquista su iTunes:

https://itunes.apple.com/us/album/siamo-stati-noi/id931501422

Tracklist

Fotografie

Tentazioni

Dimentica

Il sole è ancora a metà

Sentire che manca

Siamo stati noi

La migliore

L’amore nascosto

Jessica

Un giorno una donna

Bio

I NO.TA sono una band di rock in italiano inedito, capitanata da Tano (Francesco Gaetano), frontman e autore. I NO.TA che registrarono l’album Siamo Stati Noi nel 2013 sono Gianfranco Mazzi, Pietro Mesturini, Alessandro Sciubba e Massimo Gaetano. Con loro quasi 50 live, spesso nelle peggiori condizioni offerte da una Milano sfruttatrice e arresa ai club/discoteche. Un ricordo di fatica, amore, frustrazione e esilaranti concerti, nonché validissimi momenti di gruppo. Un capitolo stupendo che si chiuderà poco dopo la registrazione dell’album Siamo Stai Noi, costretti un po’ dai progetti di vita. Con l’attuale formazione composta da Rino Zizzo detto Zyno al basso, Jvan Tagliabue JT alla batteria e Corrado Zerni detto Frank alla chitarra, i NO.TA portano il loro rock, un po’ anni ottanta, un po’ funk, un po’ hard, un po’ qualsiasi cosa vorranno, oltre i confini di un sistema serrato, pronti a stimolare, far cantare e urlare chiunque voglia groove, distorsioni, ballads e assoli. Originalità nei testi e nelle strutture dei brani, chiare influenze sonore, una voce che ricorda artisti di spicco ma allo stesso tempo ormai identifica Tano. Rock vintage e attuale, chiaro a tutti e profondo, originale e non egoista, orecchiabile e riascoltabile, un indie-alt pop-rock in italiano, se proprio lo si deve identificare. Decidano gli ascoltatori.

Foto

https://db.tt/RNJHjhyH

https://db.tt/ZypOPnZB

https://db.tt/4e0ovuvD

https://db.tt/6z6GaRDL

Contatti

www.facebook.com/NO.TAfanpage

http://www.youtube.com/user/NoTaUfficiale

https://twitter.com/NOTAufficiale

Press Media Office

www.blobagency.com

www.facebook.com/blobagency

Frank Lavorino 3396038451

Sewage: a giugno in Italia per il tour europeo con i The Butchers!!

Professional_Punkers_Banner

I punkers newyorkesi per la prima volta nel nostro paese con una serie di date tra giugno e luglio nelle quali saranno affiancati dal gruppo varesotto.

genere: punk-rock

Link Streaming Sewage: http://www.reverbnation.com/sewage4

Link Streaming The Butchers: http://open.spotify.com/album/4kDC3tdrxXxU6sv6Iyy0A7

Verrà inaugurato il 5 giugno 2015 @ Lab End di San Lazzaro di Savena (BO) il tour europeo dei Sewage, formazione newyorchese conosciuta per essere una delle ultime, vere street punk bands del Manhattan Lower East Side e East Village. Il gruppo guidato dal frontman Spike Polite, unico superstite della formazione originale formatasi nel 1991, sbarcherà per la prima volta in Italia per una serie di concerti, organizzati da Professional Punkers, nei quali sarà affiancato dai varesotti The Butchers, una delle punk rock band italiane del “vecchio corso”, attiva dal 1999, che ancora oggi mantiene viva la scena; tre album pubblicati, di cui il più recente dal titolo Sostanze Stupefacenti, centinaia di concerti in tutta Italia e all’estero in Francia, Svizzera e Germania condividendo il palco con gruppi del calibro di Punkreas, Rappresaglia, Klasse Kriminale, Pornoriviste, Tommi e Gli Onesti Cittadini, Pensione Libano, Yokoano, L’Invasione Degli Omini Verdi, Impossibili, Latte+ e molti altri..

Sewage e The Butchers, oltre all’imminente tour congiunto, hanno collaborato per incidere uno split di brani in Italia co-scritti e co-prodotti da entrambi al fine di creare una miscela punk rock con ambientazioni e tematiche USA e Italia. Queste le date previste (in continuo aggiornamento):

Sewage + The Butchers tour:

05 Giugno @ Lab End, San Lazzaro di Savena (BO) + Höney. Free entry, ore 22:00

06 Giugno @ The One Live Club, Cassano d’Adda (MI) con Sgabole. Ingresso 5 euro, ore 22

https://www.facebook.com/theoneliveclub

12 Giugno @ Black Gold Tradate (VA), The Butchers + Sewage. Free Entry, ore 22.

https://www.facebook.com/blackgoldtradate 

13 Giugno @ Arca Rock Festival, Osio Sotto (BG) + Human Race + Impossibili. Free entry, ore 20.

https://www.facebook.com/pages/ALCO-ARCA-ROCK/1461025857452930

25 giugno @ Bar Ada Nostra, Belgiardino (LO). Free entry, ore 22

https://www.facebook.com/adda.nostra

27 Giugno @ Casa Occupata Gorizia, Milano. Free entry, ore 22.

https://www.facebook.com/pages/Casa-Occupata-Gorizia/1496785027244743

03 Luglio @ Daevacian a Bruino (Torino) + Tommi e Gli Onesti Cittadini. Ingresso 10 euro, ore 22.

https://www.facebook.com/daevacian

04 Luglio @ Dieci10, Bergamo. Free entry, ore 22.

https://www.facebook.com/pages/Dieci10/1419088541636004

10 Luglio @ Circolo del Gabbio, Casale Corte Cerro (VB). Free entry, ore 22.

https://www.facebook.com/il.prelibato

I The Butchers, prima di condividere il palco con i newyorkesi Sewage, saranno inoltre di scena:

25 Aprile @ Ta Si, Albino (Bergamo) + Salted Biscuits + Undershower 710 + Sklem + Special Guest Jesse Mosher Live Painting New York e Frode Lawyer/Writer. Free entry, ore 20:30 https://www.facebook.com/events/335179210006600/

02 Maggio @ Monkey Island a Cocquio Trevisago (VA) + Bristol4 + Off Topic + Idravlika + Special Guest Jesse Mosher Live Painting New York. Free entry, ore 20:30 https://www.facebook.com/events/1621443534757476/

Sewage – New York City – Punk Rock

Humyn Sewage è una band formata nella primavera del 1991 a New York City nel famoso

Tompkins Square Park. La band è conosciuta per essere una delle ultime vere street punk bands del Manhattan Lower East Side e East Village. A differenza di altre band crustcore che fecero parte dell’Alphabet City in quel periodo, i Sewage non solo suonavano punk rock, ma lo vivevano. Non furono mai considerati una band politica ma fecero comunque parte di eventi e sommosse popolari agli inizi degli anni ’90 in prima linea, mentre altri preferivano rimanere nell’ombra. Nel 1993 cambiarono nome in Sewage NYC. I Sewage si esibirono al Pot Parade con David Peel, Onyx e Cypress Hill (un famoso evento Hip Hop del 1992) e fecero da apertura nello show che fu fatale per il famoso scumrocker GG Allin il 27 Giugno del 1993. GG Allin era famoso per spettacoli estremi rotolando su vetri rotti e lanciando liquami verso il pubblico e mori’ la note del 27 giugno subito dopo il concerto con i Sewage. I Sewage suonarono all’ABCnoRio con Bambi e con i Public Nuisance, al Centro Sociale della 13esima strada con i Casualties. La band viveva per strade e centri sociali nel periodo dei riots newyorkesi. In seguito, i Sewage furono filmati nella Rock-n-Roll Hall of Fame’s del PunkRock, suonarono live nello spettacolo radio Crucial Chaos WNYU radio, al CBGB’s con i Ramones perché Dee Dee Ramone era un amico della band e li pubblicò nella sua rivista Shooting Dope. Una galleria d’arte di fama mondiale Kostabi World ingaggio i Sewage per registrare un disco tramite la Grim Reaper Records nel 1998 dopo che la band fece uscire un vinile split 7 inch con gli Hammerbrain nel 1996. Spike Polite, il cantante della band, fu scritturato dalla Eastwood Talent che lo fece diventare un modello e attore e gli permise di partecipare insieme alla sua band in grandi pellicole del cinema Americano. Sono apparsi in: “Summer of Sam” di Spike Lee, NYPD Blue’s Players, una pubblicita’ della Sony, 200 cigarettes, nel film Requiem for a Dream, nel David Letterman Show e molti altri progetti. I Sewage suonarono regolarmente nel Tompkins Square memorial per ricordare i Riot del 1988 quasi ogni anno. Spike prese anche parte allo spettacolo di Howard Stern per la Entertainment TV station. Dopo la carriera cinematografica, i Sewage rilasciarono il loro full length album distribuito in tutto il mondo da Tower Records e Coconut Records. Presentarono il disco con i “The Dickies” e ricevettero gli apprezzamenti di Sharon Stone e Derek Jeter dei NY Yankees. Spike Polite prese parte all’MTV video jockey “Jessie Camp” come chitarrista della band “Jessie Camp & The 8th Street Kidz” nel 1999 in un video insieme a Marky Ramone dei Ramones e Reverend Run del gruppo rap Run Dmc nella canzone “See You Around” per Hollywood Records. Il brano fu trasmesso ogni ora su MTV per un lungo periodo. Il cantante Spike Polite dovette lasciare la musica per 10 anni nel 1999 a causa di un’ingiusta accusa di tentato omicidio a scopo di furto e quando ritornò per riprendere la sua carriera di musicista si trovò in una NYC dove il punk rock non era quasi più di moda. I Sewage si riformarono comunque e rilasciarono un EP intitolato “Out Of Hell A-Live” scritto prima dell’incarcerazione. Spike fu chiamato per filmare un documentario sulla storia della sua vita e sul suo adattamento alla “nuova” societa’ dei social networks tramite la “Dedicated Lane Productions”. Oggi è tornato con i Sewage con una nuova formazione scrivendo canzoni sui problemi della vita e i soprusi da lui subiti negli ultimi 10 anni con uno stile punk rock di veloce progressione e con un sentimento di rabbia che esprime con energia nelle sue esibizioni live. Nel giugno/luglio 2015 i Sewage saranno in tour in Europa con i The Butchers Punk Rock (Italy) con cui collaborano per incidere uno split di brani in Italia co-scritti e co-prodotti da entrambe le band al fine di creare una miscela punk rock con ambientazioni e tematiche USA e Italia.

The Butchers Punk-Rock “Sostanze Stupefacenti”

Una delle punk rock band italiane del “vecchio corso”, attiva dal 1999 che ancora oggi mantiene viva la scena punk rock; tre album pubblicati, centinaia di concerti in tutta Italia, Francia, Svizzera e Germania condividendo il palco con band del calibro di Punkreas, Rappresaglia, Klasse Kriminale, Pornoriviste, Tommi e Gli Onesti Cittadini, Pensione Libano, Yokoano, L’Invasione Degli Omini Verdi, Impossibili, Latte+ e molti altri… Escono con il loro primo lavoro nel 2001 con “SuperFilm”, nel 2003 si lanciano in un nuovo lavoro con “Pensa”, e recentemente tornano più cattivi che mai con un con una nuova formazione, con un album dal titolo “Sostanze Stupefacenti” in cui hanno collaborato con Paletta dei Punkreas e Marco Mortillaro delle Pornoriviste che è un manifesto del loro sound e del loro pensiero punk rock! Testi semplici e diretti e melodie pop punk di facile apprendimento sono i loro punti di forza dell’ultimo album. Nel Giugno/Luglio 2015 saranno in tour con i Sewage USA con cui collaborano per incidere uno split di brani in Italia co-scritti e co-prodotti da entrambe le band al fine di creare una miscela punk rock con ambientazioni e tematiche USA e Italia. Sostanze Stupefacenti è disponibile in tutti gli Store digitali.

Contatti

Sewage: https://www.facebook.com/pages/SEWAGE-NYC-PUNK-ROCK/223918884799

The Butchers: https://www.facebook.com/pages/The-Butchers-PunkRock-Fans/175832182517478

Professional Punkers: https://www.facebook.com/ProfessionalPunkers

https://twitter.com/erone156

Press Media Office

http://www.blobagency.com/

https://www.facebook.com/BlobAgency

Frank Lavorino 339 6038451

L’Ukulele Revolver TOUR di Danilo Vignola & Giò Didonna arriva a Treviso al Wishing Wells!

Dan & gio ukulele revolver

Dopo centinaia di concerti in appena un anno, annunciata anche la tappa a Treviso al Wishing Wells  a supporto del disco del virtuoso dell’ukulele Danilo Vignola che, assieme al percussionista Giò Didonna, ha dato vita ad un progetto-baluardo tra i più insigni della sperimentazione musicale e culturale.

Streaming: http://effetticollaterali.bandcamp.com/album/danilo-vignola-ukulele-revolver-ethnopunk-records-effetticollaterali-records-diy-2014

Ukulele Revolver è un lavoro discografico eterogeneo, rivoluzionario, in cui l’ukulele, celebre chitarrino hawaiano a quattro corde, affronta svariati generi musicali, dal Flamenco alla Tarantella, passando per il Jazz e l’Heavy Metal. Concepito in Basilicata, co-prodotto con il percussionistabatterista Giò Didonna (riconosciuto come fra i più interessanti ed attivi sperimentatori del ritmo), il disco di Danilo Vignola vanta prestigiose collaborazioni fra cui spicca quella con Martin Cockerham (fra i più influenti esponenti del folk inglese degli anni ’60, il primo ad aver introdotto l’ukulele nel Pop, leader degli Spirogyra, storica band britannica dei primi ’70), il quale ha collaborato anche con i Beatles Jethro Tull etc..Si annovera inoltre la partecipazione diGraziano Accinni, storico chitarrista di Mango, degli Smooth Streets Project (Jazz band dell’accademia musicale lucana) e del pianista e direttore d’orchestra Rocco Mentissi.

Danilo Vignola in tour con il suo nuovo album Ukulele Revolver!

DV

Dopo centinaia di concerti in appena un anno, continua ad aprile il tour italiano del nuovo disco del musicista lucano, virtuoso dell’ukulele che, assieme al percussionista Giò Didonna, ha dato vita ad un progetto baluardo tra i più insigni della sperimentazione musicale e culturale.

genere: experimental/jazz/heavy metal

Streaming: http://effetticollaterali.bandcamp.com/album/danilo-vignola-ukulele-revolver-ethnopunk-records-effetticollaterali-records-diy-2014

Ukulele Revolver è un lavoro discografico eterogeneo, rivoluzionario, in cui l’ukulele, celebre chitarrino hawaiano a quattro corde, affronta svariati generi musicali, dal Flamenco alla Tarantella, passando per il Jazz e l’Heavy Metal. Concepito in Basilicata, co-prodotto con il percussionistabatterista Giò Didonna (riconosciuto come fra i più interessanti ed attivi sperimentatori del ritmo), il disco vanta prestigiose collaborazioni fra cui spicca quella con Martin Cockerham (fra i più influenti esponenti del folk inglese degli anni ’60, il primo ad aver introdotto l’ukulele nel Pop, leader degli Spirogyra, storica band britannica dei primi ’70), il quale ha collaborato anche con i Beatles, Jethro Tull etc..Si annovera inoltre la partecipazione di Graziano Accinni, storico chitarrista di Mango, degli Smooth Streets Project (Jazz band dell’accademia musicale lucana) e del pianista e direttore d’orchestra Rocco Mentissi.

Ukulele Revolver è anche un inarrestabile spettacolo itinerante di ukulele e percussioni che attualmente, ad un anno appena dalla data di partenza, registra già centinaia di concerti su tutto il territorio nazionale, un numero in costante aumento grazie ad una una serie di date che vede il celebre duo lucano protagonista questo mese:

09 aprile @ Libreria delle Erbe – Piazza delle Erbe 25/r, Genova

10 aprile @ MEMO Restaurant Music Club – Via Monte Ortigara 30, Milano

11 aprile @ Combo Music Club – Via Mannelli, 2, Firenze

16 Aprile @ SAMO – Corso Tortona 52, Torino

17 aprile @ Il Peocio Circolo Ricreativo Culturale – Via Belvedere 31, Trofarello (TO)

22 aprile @ Taverna Zaccaria – Vico S. Cosimo 3, Genova

23 aprile @ “Il Maglio” – Via Andreis 18 Cortile del Maglio, Torino

I due artisti infatti hanno trovato svariate e fertili accoglienze nei principali luoghi di culto per la cultura e la musica di qualità italiana. Il loro progetto è considerato uno dei baluardi più insigni della sperimentazione e i due musicisti meritevoli di aver concepito uno spettacolo originale, unico nel suo genere: una commistione di suoni che dalle radici del mediterraneo si proiettano nelle profondità più inesplorate dell’avanguardia. Danilo Vignola infatti, alchimista sonoro più estremo, ha strappato l’ukulele da quelle radici prettamente hawaiane proiettandolo in una dimensione del tutto unica e personale.

Questo strumento gli ha conferito prestigiosi riconoscimenti internazionali, fra cui il premio dagli USA della Eleuke nel 2010 come miglior suonatore di ukulele elettrico al mondo:

Contest Eleuke 2010 – https://www.youtube.com/watch?v=OX1ZxotR0s4&feature=youtu.be

Modernità e fusione interculturale con strumenti non convenzionali, riadattati in virtuosismi tecnico strumentali di ukulele e percussioni. E’ la formula vincente, consolidata con cui l’ukulele di Danilo Vignola, insieme alle percussioni di Giovanni Didonna, seduce il pubblico dell’Ukulele Revolver tour. Le melodie del Vignola, sono sempre più metafora del riscatto della lucanità, emblema della capacità di reinventarsi affidandosi all’ingegno della propria creatività, attingendo con sensibilità e gusto del bello nel patrimonio del proprio luogo di appartenenza.

Contatti

https://www.facebook.com/danilo.vignola

Press Media Office

http://www.blobagency.com/

https://www.facebook.com/BlobAgency

Frank Lavorino 339 6038451

Luca Lastilla, ecco il singolo L’Equazione di Dirac”

Luca Lastilla

Nuovo anno, nuovo singolo. Luca Lastilla scopre le carte e pubblica un inedito unico nel suo genere.

Genere: pop rock

Distribuzione digitale: Zimbalam

Streaming: https://soundcloud.com/lucalastilla/lequazione-di-dirac

Il titolo, L’Equazione di Dirac, è un omaggio a una delle formule matematiche più intriganti e discusse di tutti i tempi. Come dichiarato dallo stesso cantautore fiorentino: “Questa equazione, dal nome del fisico inglese Paul Adrien Maurice Dirac, è arcinota in ambito scientifico e ha dato vita a una lunga scia di interpretazioni e teorie. La più affascinante, diffusa tra l’altro nel web, parla di due corpi che si incontrano e rimangono uniti per sempre. Devo dire che l’idea mi ha subito colpito e ho pensato a ciò che accade quando ci innamoriamo: forse un giorno la storia finirà, o forse continuerà fino all’ultimo respiro… in ogni caso non saremo più le stesse persone di prima, in qualche modo il partner ci avrà cambiati e continuerà a influenzarci per il resto dei nostri giorni. Un meccanismo bellissimo, vero, poetico, che riconosco anche tra me e chi mi segue per davvero.”

Nasce così L’Equazione di Dirac, canzone che ha per protagonista l’amore. “Amami adesso che lo merito meno… sarà per quando ne avrò più bisogno, amami adesso prima che sia il tramonto…”, frasi dedicate al sentimento più potente di questo mondo, in grado di trascinare l’ascoltatore in un vortice di emozioni. L’arrangiamento è stato affidato ancora una volta a Franco Poggiali, artista straordinario ormai compagno di viaggio sempre presente nella storia di Luca mentre i musicisti che hanno registrato sono: Gabriele Doni (chitarre), Daniele Cornice (batteria), Massimiliano Teora (basso), Francis J.Benassai (tastiere). L’uscita dell’inedito sarà accompagnata da un tour live in tutta Italia.

L’Equazione di Dirac è per me la dimostrazione scientifica di quanto sia importante il contatto umano” continua il cantautore fiorentino, che aggiunge: “Nel prossimo tour vogliamo abbattere le barriere che ci dividono dal grande pubblico e raggiungere il maggior numero di persone. Ecco perché non suoneremo più soltanto le mie canzoni, ma alcuni tra i maggiori successi della storia musicale italiana (e non solo!). E tante altre sorprese sono in arrivo! Un modo senza dubbio originale per diffondere la propria musica a 360 gradi.

Past Gigs

04/04/2014 Teatro Florida Firenze

25/01/2014 Teatro Comunale Niccolini S.Casciano (FI)

14/12/2014 Teatro Sancat Firenze

25/07/2013 Vinegar America Bar Empoli

12/07/2014 Piazza Vittorio Emanuele II Cerreto Guidi

10/05/2013 Teatro Rifredi Firenze

13/12/2012 Klab Marignolle Firenze

13/09/2012 Keller Platz Prato

09/10/2012 Gotinaza Mosca (Russia)

29/08/2012 Spazio K Firenze

24/11/2011 Otel Varietè Firenze

30/07/2001 Festa della birra, Vaccolino (FE)

28/07/2011 Piazza Umberto I Panicale (PG)

09/07/2011 Bar del lago Comacchio

03/03/2011 Teatro Anfitrione Roma

18/3/2011 Teatro Cargo Genova

Bio

Ascoltiamo i brani di Luca Lastilla in molte emittenti radio locali italiane e web (su RadioUno Rai nel corso della trasmissione “Demo”, Radio Subasio), abbiamo apprezzato la sua presenza a Telethon, Sanremoff, Miss Estate Italia, JPII Jammin’ Festival… le sue apparizioni in trasmissioni televisive, tra le quali Millevoci, Hotel California ed altre. Dal suo costante impegno per una buona musica e dal successivo incontro con l’Associazione Nicco Testini, nasce il singolo, I Miss You, il cui ricavato delle vendite è devoluto a sostegno della realizzazione di corsi di formazione per la rianimazione cardiaca e la defibrillazione precoce. Il brano è stato presentato in anteprima live al Concerto del 24 novembre @ Otel Varietè a Firenze. Il 15 dicembre 2011 pubblica un nuovo singolo, “A Colori”, distribuito in download digitale dai più importanti stores e protagonista di più di mille copie vendute dopo un solo giorno. Il 15 maggio 2012 pubblica un nuovo album “Cercando”: intenso, ricco di atmosfere romantiche, eleganti e audaci allo stesso tempo. L’approccio e lo stile sono quelli di un cavaliere moderno, intento alla riconquista valorosa dell’amore in cui corteggiamento e ritrovata armonia si avvicendano, esaltati da melodie lusinghiere e orchestrazioni cinematografiche. Nel suo ultimo lavoro in studio, i brani raggiungono i massimi livelli sia nella produzione che nell’immagine, che appare rinnovata. Un album in cui l’autore si reinventa e investe tutto se stesso per riuscire a proporre, con nuovi mezzi e più convinzione, il messaggio di sempre: la sua musica, un pop d’autore, ricco di arrangiamenti rock, votati all’incisività. Così come i suoi testi che, anche se velati di una certa malinconia, contengono una grande forza espressiva. Luca Lastilla torna con un nuovo singolo e un nuovo video dal titolo “La prima volta”, contenuto all’interno dell’omonimo EP con altri due inediti, “Nei tuoi sì” e “Premura”, esce il 23 settembre 2013. Il 30 marzo 2015 è la volta del nuovo singolo “L’Equazione di Dirac”, un omaggio a una delle formule matematiche più intriganti e discusse di tutti i tempi e, immancabilmente, all’amore.

Foto

https://db.tt/yu65uJaN

https://db.tt/d4GTFLYy

https://db.tt/CVbp7iVV

cover https://db.tt/zQPyjzM9

Contatti

https://www.facebook.com/lucalastillaofficial

http://www.lucalastilla.com/

https://twitter.com/LLastilla

https://www.youtube.com/user/LUCALASTILLA

Press Media Office

www.blobagency.com

www.facebook.com/BlobAgency

Frank Lavorino 339 6038451

[Recensione] Radiosi saluti da Fukushima (Autoproduzione 2014)

copertina

Radiosi saluti da Fukushima, album d’esordio della band perugina I Picari, è un album a mio avviso senza tante pretese che ti fa volare 33 minuti tutti di un fiato fra storie in cui ci si può rispecchiare senza prendersi troppo sul serio. Musicalmente siamo di fronte ad arrangiamenti classici folk dove la fisarmonica torna prepotentemente in una band che ha pochi simili nella scena indipendente italiana almeno a livello di suono (le tematiche invece dei testi sono molto in linea con la produzione letteraria dei tempi, almeno in quelli che si definiscono “impegnati”). L’operazione nel complesso forse non riesce al cento per cento a convincere scivolando a volte nel “già sentito”, però gli spunti buoni ci sono e non andrebbero affatto sottovalutati. Visto i presupposti quindi attendiamo il secondo disco con molta curiosità ed interesse.

Date: 2014
Studio: Cura Domestica – Pitch Audio Research Engineer
Riprese e Mixaggio: “Cura Domestica” (Francesco Federici e Daniele Rotella)
Mastering: “Pitch Audio Research” (Umberto Ugoberti)

Comment: Lorenzo Melloni – Voce, Alex Bicchielli – Fisarmonica, Simone Zordan – Basso, Michele Turco – Batteria e Percussioni, Francesco Fioriti – Sax, Umberto Ugoberti – Tromba, Mauro Businelli – Cello
Disc Title: Radiosi saluti da Fukushima
Client: I PICARI
Artist: I PICARI
Copyright / Producer: Lorenzo Melloni
Illustrazioni / Artwork: Luca Luciani

ASCOLTA IL DISCO
https://open.spotify.com/album/6FB3oWKVqrfpaeO2uvSyb0

Cristina Berardi